Taiyaki Experience
Taiyaki Experience

A Tokyo per la Taiyaki Experience

1 Shares
1
0
0

Tra i dolci giapponesi che si possono gustare a Tokyo e in tutto il Giappone, vi sono i taiyaki, le cialde ripiene a forma di pesce, che troviamo nei matsuri e in alcuni shops a loro dedicati. Ecco dove imparare a farli.

Il loro nome, deriva dal termine tai che significa “orata”, ed è dovuto proprio alla forma dello stampo in cui viene versata e cotta la pastella. Grazie ai manga, agli anime e ai film, i taiyaki sono, insieme ai dorayaki e ai mochi, ampiamente riconosciuti in tutto il mondo come specialità giapponesi. A Tokyo, esiste una bottega dove è possibile imparare a prepararli!
Si tratta di Guraku, situata nell’area di Asakusa. Qui è possibile, su prenotazione, preparare a mano l’autentico taiyaki, partendo dalla dosatura degli ingredienti e utilizzando alcuni attrezzi speciali.

La Taiyaki Experience ha la durata di un’ora, durante la quale i partecipanti preparano l’impasto, simile a quello dei waffel, per realizzare sei taiyaki, scegliendo il ripieno tra più di dieci gusti diversi, dalla classica pasta di azuki alle fragole, dal cioccolato a ingredienti più insoliti, come formaggio, curry e kimchi. È possibile inoltre portare con sé i propri ingredienti preferiti, per creare dei taiyaki dal sapore unico.

I taiyaki appena sfornati vengono poi degustati nella sala decorata col tatami, in stile squisitamente giapponese, accompagnati da un rinfrescante kakigōri, la “granita” giapponese a base di ghiaccio sfogliato. Il ghiaccio utilizzato è purissimo, congelato a -10°C per almeno 48 ore. Il lento processo di congelamento fa in modo che il ghiaccio sia molto duro e lento a sciogliersi. Gli sciroppi e le salse sono prodotti artigianalmente da Guraku. A seconda del gusto, è possibile scegliere tra sciroppi a base di frutta fresca o di uji-matcha, dal colore e dall’aroma intensi.

Guraku si trova ad Asakusa, la zona di Tokyo situata nel quartiere di Taito, conosciuta per il tempio buddhista Sensoji con il Kaminarimon, il “portale del tuono”, e Nakamise-dori, la via dei negozi con la merce più svariata, che comprende t-shirt, ventagli, maschere, bambole kokeshi di legno, dolci e street food tradizionale preparato al momento. Asakusa è bagnata dal fiume Sumida, sul quale si affacciano edifici divenuti simbolo della città, tra i quali il TOKYO SKYTREE e la sede di Asahi Breweries, sormontata dalla fiamma dorata dell’architetto francese Philippe Starck. Non lontano dalla stazione di Asakusa, vi è infine l’attracco del traghetto Hotaluna, nato dalla fantasia del maestro dell’animazione Leiji Matsumoto, con il quale si possono raggiungere il molo Hinode, Odaiba Marine Park, i giardini Hamarikyu e Toyosu.

1 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.