Nati per soffriggere

Happyness ha 21 anni e arriva dalla Nigeria, Zahara ne ha molti di più ed è fuggita insieme al figlio dall’Afghanistan, Navyot invece ne ha quasi 30 ed è di originaria del Punjab, in India. Tre storie diverse, una sola condizione, quello di rifugiati, per tutte un’unica passione, quella per la cucina. Le ho incontrate nell’ambito delle attività e degli eventi che ho curato per #NatiPerSoffriggere un Progetto sperimentale che ho creato per LegaCoop Sociali, il mio impegno per dare nu piccolo contributo all’accoglienza.

Iniziato nel 2015 con un’esperienza realizzata in collaborazione con alcune cooperative sociali di Genova, impegnate nella gestione di progetti di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo a distanza di tre anni il progetto #NatiPerSoffriggere si articola oggi in diverse attività, organizzate a Torino e in Piemonte in collaborazione con alcune cooperative sociali del Consorzio La Valdocco.

#NatiPerSoffriggere persegue finalità diverse, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita degli ospiti dei centri di accoglienza, attraverso:

  • L’organizzazione di attività e incontri culinari, per agevolare l’apprendimento e la pratica della lingua italiana (Parole in Pentola);
  • Il recupero, la documentazione e condivisione attraverso la pratica culinaria delle ricette tradizionali e delle abitudini (food habits) dei diversi Paesi di provenienza degli ospiti;
  • La formazione professionale per stimolare e favorire percorsi esperienziali e d’inserimento lavorativo nel settore della ristorazione;
  • L’organizzazione di showcooking e cene social, la partecipazione a eventi, per sensibilizzare la cittadinanza e i Media, sulle problematiche dell’accoglienza

Il logo di #NatiPerSoffriggere è stato realizzato dalla food designer Barbora Stradova, nell’ambito di un internship con la Scuola Politecnica di Design di Milano – Master in Food Design & Innovation

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.