Creta, l’isola del Gusto

Quinta isola mediterranea per estensione territoriale, Creta affascina per il suo mare e per la bellezza dei suoi paesaggi interni, vasti e incontaminati,  dove è possibile gustare una cucina ricca e salutare, benedetta dal vino e dall’olio d’oliva e realizzata con i migliori prodotti dell’antico Regno di Minosse

Il rito cretese del meze



Autentico vanto dell’arte culinaria cretese il meze rappresenta fin dai tempi più remoti per l’isola di Candia, come fu ribattezzata dai veneziani che la dominarono per 465 anni, un rito collettivo al quale nessun cretese oserebbe mai sottrarsi. Questa tradizione ci riporta agli antichi fasti dei banchetti dell’era ottomana, quando venivano offerti all’ospite un’infinita selezione di petits plats, che dovevano sedurre l’occhio prima ancora del palato, per la varietà di forme e colori delle diverse portate. Una tradizione condivisa con molti altri paesi del Mediterraneo orientale, quella del meze, grazie alla diffusione di questo rito avvenuta per mano dei turchi; una delizia presente in tutta la Grecia, ma caratterizzata a Creta da una diversa tipologia di ricette. Un mezé si compone di una sequenza di antipasti, di terra e di mare, serviti caldi o freddi, come pretesto per brindare in buona compagnia sorseggiando preferibilmente raki ghiacciato, una particolare acquavite locale, ma anche il distillato dal sapore di anice (ouzo). Oltre alle classiche salse di tzatziki (yogurt, cetrioli e aglio) e all’insalata greca (choriatiki) con formaggio feta e verdure di stagione che troviamo in tutta la Grecia, il meze cretese propone alcune curiosità, come le lumache stufate alle erbe in salsa di pomodoro e una mistura semola di grano e latte fermentato (xinochondros), gli involtini di fiori di zucca farciti di riso (dolmathès), diversi tipi di fagottini (kallitsounia) e paste ripiene (sarikopitès, agnopitès, sfakianopitès) farcite con carni, verdure o formaggio. Per sottolineare lo stretto legame con la cucina pugliese e veneta dobbiamo poi citare i dakos o koukouvaya: “friselle” di pane secco,  ammollato e farcito con pomodoro, formaggio xinomyzithra, origano e olio d’oliva, la purea di fave e le triglie in savore di veneziana memoria. Le taverne sono i luoghi migliori dove pasteggiare a meze e a Creta potrete scegliere tra locali tradizionali e moderne ouzerie minimaliste.

Il turismo interno…lungo le strade dell’olio e del vino



Parallelamente allo sviluppo del soggiorno balneare, lungo le centinaia di chilometri di spiagge e scogliere che circondano Creta sta prendendo piede da alcuni anni una forma di turismo alternativo che mette in valore le immense zone interne, caratterizzate da splendidi paesaggi di macchia mediterranea odorosa, distese a perdita d’occhio di coltivazioni di ulivi centenari e vigneti strappati alle rocce, luoghi incontaminati che nascondono siti archeologici, gole e villaggi tradizionali dove il tempo sembra essersi fermato. Oltre alle numerose proposte naturalistiche e sportive offerte da agriturismi e resorts agresti o di montagna: trekking a piedi o a cavallo, mountain bike, free climbing, percorsi di birdwatching o camminate botaniche cominciano a prendere piede i percorsi enogastronomici, che oltre a servire in alcune suggestive taverne e locations un’ottima gastronomia offrono la possibilità di partecipare a corsi di cucina tradizionale cretese, di visitare alcuni laboratori artigianali dove si producono formaggi o l’ottimo miele dell’isola. Seguendo ad esempio la Strada del Vino che da Heraklion si spinge nel cuore dell’isola, là dove si producono i migliori vini, si può abbinare una visita al Palazzo di Knossos, attraversando paesaggi suggestivi alla scoperta delle migliori cantine, segnalate da apposite indicazioni stradali con il marchio Heraklion Wine Roads; oggi a Creta si producono ottimi vini biologici utilizzando antiche varietà di vitigni autoctoni rossi (kotsifali, liatiko, mandilari) e bianchi, decisamente più interessanti (vilana, dafni, plyto, malvasia). Conviene procurarsi presso gli uffici locali del turismo le apposite cartine e avvisare del vostro arrivo, sarete sicuri di trovare i produttori pronti ad accogliervi con un sorriso, un tagliere di gruyere locale ed un buon calice di malvasia fresca. Negli agriturismi dell’isola si può comprare direttamente dai produttori dell’ottimo olio extravergine d’oliva, tra i migliori del Mediterraneo, oltre a miele, composte di frutta e tisane dalle mille virtù.

 Benessere, gusto & tradizione



Per soddisfare le esigenze di un pubblico di gourmet e viaggiatori sempre più attratti dal buon cibo ma oggi attenti anche alla salute la Greek Academy of Taste ha dato recentemente vita ad un circuito di locali al quale aderiscono già una quarantina di realtà selezionate tra le migliori taverne, ristoranti, agriturismi e resort presenti a Creta. “L’obiettivo è quello di conciliare il piacere della tavola con un aspetto molto importante legato al nostro benessere: garantire a tutti, compresi i turisti che visitano l’Isola, una cucina tradizionale realizzata con i nostri migliori prodotti ma al tempo stesso salutare…”, spiega Andonis Panayotopoulos, ideatore della circuito ConCred. Secondo uno studio comparativo compiuto dal medico francese Serge Bernard che ha preso in esame lo stile di alimentazione in sette diversi paesi, il modello alimentare cretese rappresenterebbe un valido antidoto per prevenire alcuni disagi e patologie connesse ad un’alimentazione scorretta e… garantire una lunga vita. La cucina cretese risulta dunque sana oltre che appetibile, e questo per l’uso generoso d’olio extravergine d’oliva che qui si produce da millenni (i cretesi ne consumano circa il triplo rispetto agli italiani), per l’abbondanza di piatti a base di verdure che si cucinano in osservanza ai precetti della religione cristiano-ortodossa che bandisce per lunghi periodi dell’anno i piatti a base di proteine animali, oltre ad un uso generoso di legumi e molte varietà di erbe spontanee (dittamo, malotira) dalle proprietà aromatiche e officinali, usate per la preparazione di piatti, infusi e distillati. I locali contrassegnati dal marchio del circuito Concred si sono così impegnati a recuperare e proporre nei loro menù i piatti della tradizione di casa delle diverse regioni e stagioni, realizzati di preferenza con i prodotti dell’isola, spesso di origine biologica, ma anche quelli delle feste o dei monasteri, offrendo finalmente ai loro clienti un repertorio di piatti diversificati, ben diverso dalle solite pietanze che troviamo riproposte come un cliché in ogni taverna greca.

Heraklion: quattro passi ed una sosta al mercato



Heraklion ospita nel suo centro storico, lungo la 1866 Str. un vivace mercato, il luogo migliore per scoprire, degustare e acquistare i prodotti tipici che provengono da ogni angolo di Creta, ma anche solo per gustarvi un bicchiere di ouzo o un caffè greco. All’inizio dell’estate incuriosiscono i bacelli di bamia, piccoli cornetti di color verde brillante da lessare con salsa di pomodoro, le foglie tenere di vite, da scottare e farcire con riso, mentre i banchi di formaggio ostentano forme di malaka, athotyros, myzithra e xygala. Spostandovi verso l’area delle pescherie, spuntano le taverne, come quella di Petros, che propone solo pochi piatti: zuppa di pesce kakavia, sardine o calamari. Il pesce è freschissimo ed i prezzi a portata di tutte le tasche. Con un po’ di fortuna potrete ordinare anche un polpo alla griglia, cucinato davanti agli occhi dei passanti, proprio all’ingresso delle taverne. All’ora di pranzo i camerieri delle taverne invitano i passanti a gustare le specialità esposte dietro i banchi frigo in bellavista, i cretesi prediligono le taverne del vicolo di Thodosaki Street, che s’innesta in 1866 Str. Ma chi preferisce il pesce sa per esperienza che bisogna spostarsi verso l’area delle pescherie, dove tra un banco e l’altro spuntano altre taverne, come quella di Petros, che propone solo pochi piatti: zuppa di pesce kakavia, sardine o calamari, ma il pesce è freschissimo ed i prezzi a portata di tutte le tasche. Con un po’ di fortuna potrete ordinare anche un polpo alla griglia, cucinato davanti agli occhi dei passanti, proprio all’ingresso delle taverne. Per godere appieno l’atmosfera del mercato si può sostare seduti al tavolo di uno dei tanti locali disseminati lungo il mercato e se qualcuno si accorgerà della vostra italianità, state sicuri che vi saluterà con la frase rituale: “italiani-greci: una razza, una faccia!”

Where2Eat


Taverna Ta Tria Pefka
Da trent’anni una delle migliori taverne in città dove potrete gustare i meze cretesi nella loro migliore versione, un angolo di tradizione nel cuore di Knossou street, cucina casalinga dai sapori autentici.
51, Knossou Street
Heraklion, Crete
Tel.: (+30) 2810 233676

Taverna Christos
A pochi chilometri dal centro di Rethymnon, nel villaggio di Gallou, questa semplice taverna a conduzione famigliare propone un’ottima cucina con meze e piatti di carne alla griglia e cucinati nel forno a legna. L’olio d’oliva ed il raki sono di produzione della casa
Gallou, Rethymnon, Creta
Tel. +30 28310 55652

Ristorante Kiriakos
E’ il ristorante degli incontri ufficiali. Impostato su una linea prettamente tradizionale propone i grandi classici della cucina cretese: il riso pilaf al polpo, il galletto stufato al vino rosso, le lumache al xinochondros.
Dimokratias Avenue 53
Heraklion, Creta
Tel. +30 28102 24649

Ristorante Merastri
Chi cerca la genuinità e la tipicità dei piatti troverà in questo ristorante i sapori autentici della tradizione cretese realizzati con i migliori ingredienti selezionati in tutta l’isola. Il locale in stile neoclassico
Crysostomou Avenue 17
Heraklion, Creta
Tel. +30 28102 21910

Ristorante Pithos
All’interno del luxury hotel Terra Maris vanta una cucina autentica e di qualità, realizzata con i migliori prodotti. ambiente raffinato, con una splendida veduta sul con veduta sul golfo di Chersonissos.
Limenas Chersonissos
Heraklion, Creta
Tel. +30 2897027100

Eleonas
Ottima base per visitare l’interno dell’isola nella regione di Heraklion, questo albergo rurale e ristorante si avvale di uno staff di cucina composto di sole donne anziane a garanzia di una cucina casalinga autentica. Si organizzano visite guidate ai laboratori di formaggio e alle cantine
Zaros ,Heraklion, Creta
P.C. 70 002
Tel. +30 28940 31238

Enagron
Per gli amanti dell’ecoturismo nelle regioni interne diRethymnon. Potrete seguire moltissime attività legate alla produzione di formaggio, olio d’oliva e vino, imparare a fare le conserve e a cucinare le ricette tipiche seguendo gli insegnamenti di anziane cuoche del villaggio.
Axos Rethymnon, Creta
Tel. 28340-61611

Taverna Piperia
Graziosa taverna di montagna, nella regione dei mulini di Lassithi. La gestione familiare è garanzia di una cucina casalinga ma anche della qualità dell’olio extravergine d’oliva, del raki, del miele e delle erbe della casa che
potrete acquistare.Il suo nome significa “Albero del Pepe”
Pefkoi, Makri Gialos
Lassithi - Creta
Tel. +30 28430 52471

Taverna Giakoumis
Storica taverna del centro storico specializzata in carni alla griglia. Dal 1935 questa famiglia serve spiedini di souvlakikotelet di maiale e agnelo ofto al forno, utilizzando esclusivamente carne di animali allevati sull’isola.
Theodosaki 8 Str.
Heraklion
Tel. 2810 280277

 

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter de Il Gastronomade

 
sarai sempre aggiornato in anteprima sulle news dal pianeta world food
e sugli appuntamenti di Chef Kumalé